DIOCESI DI FAENZA

Giornata sacerdotale a Faenza

25 maggio 2016

Da alcuni anni il circolo UAC di Faenza organizza in diocesi una giornata di riflessione, dialogo e fraternità attorno ai temi della spiritualità diocesana del presbitero. È diventato un appuntamento seguito anche da vari ministri ordinati amici, anche se non aderenti all’ associazione. L’incontro si è svolto a Fognano (Ra) il 25 maggio 2016. Quest’anno ha visto al partecipazione del vescovo mons. Mario Toso, del vescovo emerito mons. Claudio Stagni più una ventina di presbiteri e alcuni diaconi. Relatore è stato don Tino Creuso della diocesi di Padova che ci ha aiutato, secondo la sua esperienza, a ripensare il nostro ministero di confessori e strumenti della Misericordia di Dio Egli ha ravvisato come tante persone si stanno riavvicinando alla confessione…per ritrovare il senso della loro vita. Hanno bisogno di trovare qualcuno disponibile. Occorre rimettere al centro questo sacramento. È occasione per far toccare con mano la misericordia del Padre. Veramente ci ha incoraggiati raccontando i frutti pastorali ottenuti con questo ministero ben esercitato.  Dalla riflessione si è poi passati al momento di fraternità con un buon pranzo conclusivo. La gente cerca padri, maestri veri e testimoni, per cui si avvicina al dialogo penitenziale: ma noi ci siamo?

GIUBILEO DEI SACERDOTI E DEI SEMINARISTI

UAC e Giubileo: davanti alle difficoltà dei preti

‘ Abbi cura di te’ è la prima parola che ci ha lasciato mons. Calogero La Piana, vescovo emerito di Messina, nell’incontro Uac a Roma ( 1 giugno 2016) durante il giubileo dei presbiteri. Il relatore ha ricordato il motto salesiano che dice:’ se vuoi riposarti cambia lavoro’ ma ha raccontato pure la sua esperienza personale per cui oggi a troppo tirare nelle attività si rischia molto. Lo stress quando ti assale è improvviso e implacabile.  Certamente, ha ricordato, è la vita spirituale a sostenere e motivare il presbitero e questa non va mai trascurata. Ma da confessore ora mons. Calogero denota molte mancanze in quest’area, che portano a fatiche relazionali, attaccamento vero i beni materiali, disordine di vita e pian piano mancanza di generosità e stanchezza. Trascurare la vita spirituale può portare anche all’abbandono del sacerdozio. Anche la comunità presbiterale è un dono da vivere e non trascurare. Dovremmo aver però più cura gli uni degli altri soprattutto evitando le chiacchiere e usando il perdono reciproco. Nel dialogo finale si è sottolineata la necessità di avere più compassione vicendevole tra preti e si è mostrato che anche l’ esperienza della propria fragilità se accettata, magari con uno spirito di perdono verso se stessi e anche con un po’ di umorismo (come diceva papa Francesco durante le meditazioni del Giubileo) potrà diventare arricchimento per l’esercizio del nostro ministero e quindi fonte di santificazione.

Don Massimo Goni

TERZO GIORNO 3 giugno 2016

Solennità del Sacro Cuore

I sacerdoti e i seminaristi partecipano nella piazza di San Pietro alla S. Messa presieduta dal Papa Francesco. E’ il momento della festa per il Giubileo e la Giornata di santificazione del clero.

Momento della celebrazione Eucaristica

Momento della celebrazione Eucaristica

Papa Francesco dopo la Messa scende in mezzo ai preti e li vuole salutare uno per uno soffermandosi oltre un’ora con loro.

Papa Francesco in mezzo ai preti

Papa Francesco in mezzo ai preti

La giornata del Giubileo dei sacerdoti e dei seminaristi si conclude con la recita del S. Rosario nello spazio a fianco della statua di San Pietro.

S. E. Mons. Fisichella presiede la recita del Rosario

S. E. Mons. Fisichella presiede la recita del Rosario

SECONDO GIORNO 2 giugno 2016

Nel secondo giorno del Giubileo dei sacerdoti e dei seminaristi si è tenuto il Ritiro spirituale predicato dal Santo Padre Francesco. I luoghi dell’incontro dei sacerdoti erano diversificati per provenienza: a San Giovanni in Laterano si sono riuniti i sacerdoti di Roma e della Curia romana dove è stata predicata la prima riflessione; nella Basilica di S. Maria Maggiore quelli d’Italia dove è stata predicata la seconda meditazione e nella Basilica di San Paolo fuori le mura i sacerdoti dell’estero dove è stata predicata la terza meditazione. Papa Francesco ha tenuto tre splendide meditazioni sulla Misericordia e il ruolo del sacerdote. I tre gruppi hanno potuto partecipare alle tre meditazioni attraverso la TV 2000 che ha curato i collegamenti.

Papa Francesco presenta la seconda meditazione a S. Maria Maggiore

Papa Francesco presenta la seconda meditazione a S. Maria Maggiore

I sacerdoti durante il loro incontro nelle tre Sedi hanno vissuto anche i momenti di preghiera, di adorazione Eucaristica, di possibilità delle confessioni e della concelebrazione Eucaristica.

L’organizzazione di questa giornata è stata molto positiva e gradita dai sacerdoti.

I sacerdoti presenti a S. Maria Maggiore si preparano per la concelebrazione Eucaristica

I sacerdoti presenti a S. Maria Maggiore si preparano per la concelebrazione Eucaristica

PRIMO GIORNO 1 GIUGNO 2016

Un piccolo gruppo dell’UAC ha vissuto questa prima giornata nella Porta Santa della Caritas di Roma in via Marsala.

Il piccolo gruppo UAC alla Porta Santa della Caritas di Roma

Il piccolo gruppo UAC alla Porta Santa della Caritas di Roma

Dopo il passaggio della Porta Santa della Caritas il gruppo ha condiviso con S.E. Mons. Clangore La Piana, già vescovo di Messina, una concreta e partecipata riflessione sul tema “Accompagnare la fragilità del presbitero” e la sera è stata vissuta l’intensa concelebrazione Eucaristica.

S. E. Mons. Clangore La Piana nel dialogo con i presbiteri dell'UAC

S. E. Mons. Clangore La Piana nel dialogo con i presbiteri dell’UAC

PROGRAMMA

01 giugno 2016 – 03 giugno 2016

Piazza San Pietro

A immagine del Buon Pastore, il prete è uomo di misericordia e di compassione,

vicino alla sua gente e servitore di tutti.

Papa FrancescoPAPA E I PRETI

 

Mercoledì 1 Giugno 2016

Dalle ore 9.00 alle ore 16.00

Nelle chiese giubilari (San Salvatore in Lauro, Santa Maria in Vallicella, San Giovanni dei Fiorentini):

Adorazione Eucaristica

Sacramento della Riconciliazione

Pellegrinaggio verso la Porta Santa

17.30  Catechesi e Santa Messa per gruppi linguistici (Italiano, Inglese, Spagnolo, Polacco, Francese, Tedesco, Portoghese)

           

Giovedì 2 Giugno

Ritiro Predicato dal Santo Padre

10.00 Prima riflessione

12.00 – Seconda riflessione

16.00 – Terza riflessione

17.30  Concelebrazione Eucaristica

 

Venerdì 3 Giugno 2016

Solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù

9:30 S. Messa in Piazza S. Pietro con il Santo Padre 

CERIGNOLA – CENACOLO DIOCESANO

Cerignola, 27 maggio 2016.

I partecipanti al Cenacolo di Cerignola

I partecipanti al Cenacolo di Cerignola

I soci dell’UAC si sono nuovamente incontrati nella parrocchia San Leonardo Abate. Il sole luminoso della primavera irradiava sui volti dei pochi sacerdoti presenti. Altri invece, per motivi di impegno irrinunciabile, non potevano essere presenti. Infatti, la giornata scelta coincideva con la solennità regionale della Beata Vergine Maria Regina Apuliae. Nel Seminario Regionale Pio XI, gli ex-alunni sono soliti ritrovarsi per celebrare i lustri delle ordinazioni sacerdotali. Due settimane prima, nella Basilica-Cattedrale di Cerignola, il clero ha varcato alle soglie della Porta della Misericordia per il giubileo dei sacerdoti al livello diocesano. Una celebrazione ricca di significato per quelli che amministrano il perdono di Dio. Il ritornello di papa Francesco sulla chiesa in uscita e testimone della misericordia di Dio non è sfuggito al vescovo Luigi Renna cui magistero cammina in sintonia con le indicazioni del Sommo Pontefice.

            Nella stessa prospettiva l’incontro dell’UAC Cerignola si è centrato sul tema della collaborazione-communione-corresponsabilità. Questa collaborazione si colloca a tre livelli: collaborazione tra il prete e il suo vescovo, collaborazione tra i preti e, infine collaborazione tra i preti e i laici. Ci siamo molto soffermati su quest’ultimo aspetto partendo da un passo di F. Brovelli dove si legge che il nostro ministero di preti parte «da una vocazione percepita come mia, a una chiamata come nostra». Questa affermazione determina davvero un cambiamento di επιστήμη in quanto approccio metodologico rispetto alla visione preconciliare. Infatti si è discusso sul fatto che oggi, il sacerdote non può più percepirsi come guida solitaria che vuole tenere tutto sotto controllo, che comanda dall’altare, che detta le cose da fare o non fare senza un reale spirito di collaborazione nel valorizzare i laici per quel servizio che sono chiamati a rendere nella chiesa di Dio secondo lo spirito del Concilio Vaticano II il quale mette al centro il popolo di battezzati.

            Il prete non può più pensarsi isolato ma come sempre inserito in uno stile di comunione e collaborazione. In questo contesto, il primo inserimento del prete debba essere dentro il presbiterio che è sempre di grande aiuto come luogo di relazione e di confronto come discepoli di Cristo in un clima di carità e di correzione fraterna non solo sulla vita da prete ma anche sui metodi pastorali.       Infatti, chi è capace di lavorare insieme con i suoi confratelli non disdegnerà la comunione con persone che incarnano carismi diversi. Chi invece, di abitudine, non fa riferimento al presbiterio, ma si pensa prete, “da solo”, difficilmente potrà vivere relazioni con i laici “alla pari”, e neanche sarà capace di uscire dallo schema rigido “ordine-esecuzione”.

            Dal vangelo il Signore ci ha lasciato questo testamento: «Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri» (Gv 13, 34-35). Per cui è importante stimarsi a vicenda, apprezzare e valorizzare il lavoro dell’altro, imparare a gioire con l’altro. Dallo stile di vita del presbiterio si può anche capire i risultati sul campo pastorale e il comportamento del gregge. Dalle discussioni è uscita fuori la certezza che lavorare insieme ci fa bene, ci rende umili e moderati, ci salva da pericolosi deliri di onnipotenza, ci sostiene nel reggere le fatiche e le responsabilità de maggiore rilievo. L’artefice principale essendo lo Stesso Signore, noi siamo solo servi inutili, una volta che abbiamo fatto la nostra parte, dobbiamo ritirarci. Maria, alle nozze di Cana ci insegna ad essere semplici collaboratori e insieme servi che nell’ubbidienza, riempiono le giare di acqua. Ma il miracolo lo compie Dio. Viene dunque fuori la vanità delle nostre presunzioni o pretese di potere essere dispensatori indispensabili dei misteri di Dio. Con questo atteggiamento interiore, i sacerdoti presenti si sono impegnati ad essere più prudenti sul lavoro svolto dai precedenti parroci in caso di trasferimento di un parroco da una parrocchia ad’un altra. Sarebbe auspicabile, prima di introdurre cambiamenti di metodi o di collaboratori, vedere ciò che è stato fatto prima, prevedere e dunque fare il discernimento dei risultati concreti e, infine provvedere per il bene del popolo di Dio.( cf Mons. Bettazzi).

         In poche parole, nell’incontro i confratelli si sono confrontati sulla collaborazione, il lavoro insieme, la comunione e la corresponsabilità. Come sempre l’incontro si è conclusa alle ore 12.30 con l’ora media e l’agape fraterna.

CENACOLO REGIONALE IN SARDEGNA

I partecipanti al Cenacolo regionale in Sardegna

I partecipanti al Cenacolo regionale in Sardegna

Martedì 24 maggio presso la Parrocchia Sant’Anastasia in Buddusò, nella diocesi di Ozieri, alcuni soci dell’Unione Apostolica del Clero della Sardegna si sono ritrovati per un cenacolo regionale.

Al momento di fraternità e di preghiera erano presenti tre sacerdoti della diocesi di Ozieri, due di Sassari, due di Oristano, uno di Ales-Terralba, un diacono di Tempio-Ampurias e uno di Oristano.

Il tema di riflessione è stato tratto dal comunicato finale della 69° assemblea generale della CEI: il ministro ordinato “facilitatore delle relazioni e della comunione”.

Il momento di preghiera è iniziato con la concelebrazione eucaristica in suffragio dei soci UAC e dei sacerdoti sardi defunti, tra i quali sono stati ricordati in particolar modo don Tonino Carboni, don Pasqualino Pintus, don Nino Onnis, mons. Giovanni Maria Cossu, don Federico Pes, don Renato Iori e don Andrea Olivas.

Dopo la celebrazione si sono tracciate le linee organizzative per le attività sociali della seconda metà del 2016.

Ci si è dati appuntamento all’Ordinazione Presbiterale di don Paolo Baroli, nella Cattedrale di Oristano, domenica 19 giugno alle ore 18.

Sempre a Oristano ci si intende ritrovare, per il prossimo cenacolo regionale, il 13 settembre.

Il 27 ottobre si terrà a San Pietro di Sorres un incontro regionale del clero guidato dal Vescovo di Ozieri, mons. Corrado Melis, sul tema “Il ministero ordinato e l’appartenenza alla Chiesa locale”.

Dal 21 al 23 novembre i delegati diocesani saranno impegnati nella assemblea nazionale elettiva a Sassone (Ciampino).

La giornata si è conclusa con il pranzo gentilmente offerto da don Nino Carta, presidente regionale e parroco di Buddusò.

Nulla è piccolo se fatto con amore…..

Ci complimentiamo per la promozione dell’UAC realizzata e vissuta dalle Regioni. In particolare riconosciamo la fedeltà e la continuità dei Cenacoli regionali in Sardegna.

UAC Notizie – Numero 1/2016

In questo numero:

 

Pag. 1 – EDITORIALE
Preti e Giubileo 
Don Luigi Mansi

Pag. 3 – LETTERA DEL PRESIDENTE
Don Luigi Mansi

Pag. 11 – LO STUDIO
Spiritualità diocesana,
 ordito della vita di fede
Don Vittorio Peri

Pag. 15
Il Ministro Ordinato e la misericordia
Don Nunzio Valdini

Pag. 22 – VITA ASSOCIATIVA

 

E’ possibile leggere questo numero della rivista cliccando sull’immagine di copertina oppure scaricarlo sul proprio computer cliccando sul pulsante “Download” qui in basso.

 

Scarica il numero 1/2016 della nostra rivista in PDF.

DON ALBINO SANNA NOMINATO CAPO REDATTORE DI “UAC NOTIZIE”

Don Albino Sanna nel suo studio

Don Albino Sanna nel suo studio

Il Presidente nazionale S. E. Mons. Luigi Mansi, in qualità di Direttore di “UAC Notizie” ha nominato don Albino Sanna, Capo Redattore dello stesso Notiziario in modo da supportare il suo servizio di sistemazione della veste definitiva della rivista stessa, per coordinare e rafforzare la partecipazione della Redazione alla elaborazione di un piano redazionale, all’impaginazione e diffusione del Notiziario. Don Albino è giornalista pubblicista dal 1970.

don Albino Capo redattore di UAC Notizie

90 ANNI DI MONS. FRANCESCO COLUCCI – BARI

 

 

Mons. Francesco Colucci con l'Arcivescovo di Bari Mons. Francesco Cacucci, il nostro Presidente S. E. Mons. Luigi Mansi e Mons. Alberto D'Urso

Mons. Francesco Colucci con l’Arcivescovo di Bari S. E. Mons. Francesco Cacucci, il nostro Presidente S. E. Mons. Luigi Mansi e Mons. Alberto D’Urso

Il Cenacolo mensile di Venerdì 29 Aprile è stato realizzato presso l’Oasi Santa Maria sulla Murgia di Cassano Venerdì 29 Aprile, in un clima di grande fraternità e di gioia che ha coinvolto anche le suore presenti, giunte dal Messico.

Ci siamo ritrovati in tantissimi, (presbiteri – religiosi e laici) intorno a Mons. Francesco Colucci che per oltre 40° anni ha diretto questo Centro di Spiritualità, per festeggiare il suo 90° compleanno e il 65° anniversario di ordinazione presbiterale.

Sono intervenuti anche il nostro Presidente S. E. Mons. Luigi Mansi a testimoniare l’affetto della nostra famiglia associativa verso questo confratello che giovane ha fatto della Cristi Vivendi forma la sua regola di vita e l’Arcivescovo di Bari S. E. Mons. Francesco Cacucci che all’ Omelia della Concelebrazione Eucaristica ha voluto ricordare il suo “vecchio” Direttore Spirituale di Seminario, e additare l’esemplare itinerario di vita presbiterale e pastorale, che ha portato Mons. Colucci a ricevere la fiducia di due Vescovi Mons. Magrassi e il Card. Ballestrero, che lo hanno voluto Vicario Generale della Diocesi di Bari – Bitonto e poi Vicario Episcopale per il Clero.

Mons. Colucci è stato ed è ancora punto di riferimento per la direzione spirituale e per le confessioni di moltissimi sacerdoti e laici presso l’Oasi affidata ormai ad altre mani. Parlando della sua esperienza associativa ha affermato: Ho conosciuto l’UAC mentre frequentavo il quarto anno di Teologia nel Pontificio Seminario di Molfetta. Ordinato sacerdote il 9 Luglio del 1950, ho dato inizio all’UAC nella mia diocesi di Bari, divenendone direttore per dieci anni.

“Posso testimoniare che è stata una esperienza che ha contribuito ad alimentare spiritualmente e pastoralmente la vita dei sacerdoti come hanno testimoniato gli stessi Vescovi, che non poche volte hanno partecipato agli incontri incoraggiandone la fedeltà”.

PAPA FRANCESCO: per un sacerdote è vitale ritrovarsi nel cenacolo del presbiterio

Sintesi dell’intervento di Papa Francesco ai vescovi italiani riuniti in assemblea

16 maggio 2016

Papa Francesco, intervenendo di fronte ai vescovi italiani riuniti in assemblea il 16 maggio 2016, ha tracciato invece l’identikit del prete. Ha spiegato che il sacerdote, è uomo di pace, di relazioni, con una vita semplice, è sempre disponibile per la gente. Non è un burocrate o un anonimo funzionario, non mira all’efficienza né si scandalizza per le fragilità dell’animo umano. E in un passaggio del discorso, citando le strutture e i beni economici, ha invitato i vescovi a «mantenere soltanto ciò che serve per l’esperienza di fede e carità del popolo di Dio». 

 Un cambiamento d’epoca  

Il «rinnovamento del clero» è il tema scelto per la discussione all’assemblea della Cei. Il Papa ha quindi proposto ai vescovi di mettersi in ascolto avvicinandosi a «qualcuno dei tanti parroci che si spendono nelle nostre comunità». Che cosa «dà sapore» alla sua vita? A questa domanda Francesco risponde ricordando che il contesto culturale è diverso da quello del passato perché «anche in Italia tante tradizioni, abitudini e visioni della vita sono state intaccate da un profondo cambiamento d’epoca». «Noi, che spesso ci ritroviamo a deplorare questo tempo con tono amaro e accusatorio, dobbiamo avvertirne anche la durezza: nel nostro ministero – aggiunge il Papa – quante persone incontriamo che sono nell’affanno per la mancanza di riferimenti a cui guardare! Quante relazioni ferite! In un mondo in cui ciascuno si pensa come la misura di tutto, non c’è più posto per il fratello».  Leggi altro ›

Ultim’ora

19 giugno 2016

don Paolo Baroli 19.06.2016

Don Paolo Baroli, socio dell’UAC di Oristano, manifesta la sua gioia con l’Arcivescovo S. E. Mons. Ignazio Sanna per il dono del sadecerdozio ricevuto il 19 giugno 2016 nella Cattedrale di Oristano

 

8 giugno 2016

 

CONSIGLIO NAZIONALE UAC

Il Consiglio nazionale si terrà a Roma mercoledì 8 giugno 2016 nei locali della Sede nazionale in via T. Valfrè 11/9 – 00165 ROMA RM.

All’o.d.g.: 

– redazione del n.2 di UACNotizie.

– situazione delle iscrizioni.

– varie ed eventuali.

Inizio dei lavori alle 9.30.

 

1 giugno 2016

 

GIUBILEO DEI PRESBITERI

In occasione del Giubileo dei presbiteri don Massimo Goni propone che si realizzi, promosso dal progetto ‘animatori del presbiterio’, un INCONTRO dei presbiteri nella vigilia dello stesso Giubileo con questo programma: 1 giugno 2016

– ore 11.00 incontro nella Porta Santa della Carità presso la mensa ‘San Giovanni Paolo II’ della Caritas di Roma, in via Marsala 109 (vicino a Stazione Termini).

– ore 11,30: passaggio Porta Santa, preghiera insieme e incontro-confronto sul tema: ‘Accompagnare la fragilità del presbitero’. Il relatore dell’incontro sarà S. Ecc. Mons. Clangore La Piana salesiano, già vescovo di Messina.

– ore 13.00 pranzo semplice in un locale della zona;

– ore 16.00 Celebrazione dell’Eucaristia nella Cappellina della Mensa della Caritas.

Per ulteriori informazioni 333 3630013.

 

24 maggio 2016

CENACOLO REGIONALE IN SARDEGNA

Il Responsabile regionale della Sardegna don Nino Carta comunica che il prossimo Cenacolo regionale si terrà il 24 maggio 2016 a Buddusò (SS) col seguente programma:

09.30 arrivi e accoglienza

10.00: Preghiera: concelebrazione i suffragio dei soci defunti (don Pasqualino e don Tonino) con Ora Media, comunione i esperienze e un po’ di adorazione

11.00: Momento organizzativo:

  • prossimo cenacolo regionale 2016 a Oristano il 13 settembre 2016
  • Incontro regionale il 27 ottobre 2016 sul tema “Il ministero ordinato e l’appartenenza alla chiesa locale”. Relatore Mons. Corrado Melis vescovo di Ozieri
  • Assemblea nazionale elettiva UAC 21-32 novembre 2016 a Sassone
  • Situazione delle diocesi sarde (adesioni) – Lavoro con i preti giovani e i seminaristi
  • Altro

13.00: Agape fraterna (offerta dal responsabile regionale).

Nulla è piccolo se atto con amore…..

 

 

3 maggio martedì 2016

CONSIGLIO STRAORDINARIO NAZIONALE UAC

Il CONSIGLIO NAZIONALE STRAORDINARIO allargato ai regionali è CONVOCATO per martedì 3 maggio 2016 nell’Istituto delle Orsoline, via Nomentana 34 – ROMA, con inizio alle ore 9,30.

Nell’Ordine del giorno si tratterà della situazione dell’Associazione, del bilancio consuntivo e preventivo e degli orientamenti da assumere in vista dell’Assemblea elettiva di novembre 2016.

Il Consiglio sarà anche l’occasione per vivere un momento di fraternità e di condivisione col nostro Presidente S. E. Mons. Luigi Mansi, recentemente ordinato Vescovo di Andria e che presiederà la concelebrazione dell’Eucaristia.

 

24 marzo 2016

GIOVEDI’ SANTO

“Carissimi presbiteri, la Santa Chiesa celebra la memoria annuale del giorno in cui Cristo Signore comunicò agli Apostoli e a noi il suo sacerdozio. Volete rinnovare le promesse, che al momento dell’ordinazione avete fatto davanti al vostro Vescovo e al popolo santo di Dio?”.

 

12 marzo 2016

Tutta l’UAC gioisce, prega e augura ogni bene al suo Presidente S. E. Mons. Luigi Mansi che oggi è ordinato Vescovo nella Cattedrale di Cerignola, nella sua diocesi. Il suo ministero lo svolgerà per volontà del Santo Padre nella diocesi di Andria. Siamo certo della sua dedizione generosa e della sua competenza umile e collaudata. Continueremo a seguirlo con la nostra fraterna preghiera. Auguri!

 

5 marzo 2016

S. E. Mons. Nunzio Galantino col Presidente S. E. Mons. Luigi Mansi

S. E. Mons. Nunzio Galantino col Presidente S. E. Mons. Luigi Mansi

Sabato prossimo 12 marzo  2016 il nostro Presidente S. E. Mons. Luigi Mansi sarà ordinato Vescovo nella Cattedrale di Cerignola FG alle ore 17.00 per l’imposizione delle mani di S. E. Mons. Nunzio Galantino, Segretario Generale della CEI e di S. E. Mons. Adriano Bernardini, Nunzio Apostolico in Italia e S. E. Mons. Raffaele Calabro, Amministrato Apostolico di Andria.

Siamo tutti invitati a partecipare con la preghiera e chi può anche con la presenza.

 

12 febbraio 2016

ADESIONI UAC 2016

Il Segretario dell’UAC ha inviato le SCHEDE UAC 2016 a ciascun direttore diocesano con la richiesta di restituirle aggiornate e compilate in tutte le sue parti o via E-mail: *protected email* o per posta: UAC, via T. Valfrè, 11 – 00165 ROMA RM. Il pagamento delle quote è bene farlo per ccp a Unione Apostolica del Clero N. 47453006. I direttori diocesani sono invitati a far pervenire la loro E-mail aggiornata alla segretaria, chi non l’avesse è pregato a fornirsene, infatti ben 63 direttori su 133 non hanno ancora l’E-mail.

 

7 gennaio 2016

Il Consiglio nazionale UAC è convocato per lunedì 11 e martedì 12 gennaio 2016 presso l’Istituto Religiose Orsoline, via Nomentana 34 – 00161 ROMA RM. Oltre i Consiglieri sono invitati a partecipare anche i Responsabili regionali.

Il Centro Studi è convocato per il 22 gennaio 2016 alle ore 9:30 presso l’Istituto Religiose Orsoline, via Nomentana 34 – 00161 ROMA RM

 

23 dicembre 2015

BUON NATALE 2015

natale IMMAGINE MODERNA

 

 

 

 

 

 

 

 

8 dicembre 2015

220px-Inmaculada_Concepcion_(La_Colosal)

 

 

 

 

Invochiamo la Vergine Immacolata per la Chiesa e per l’Anno Santo straordinario della misericordia.

 

29 novembre 2015

 

AVVENTO 2015

AVVENTO 2015

Il tempo di Avvento ci  dona un orizzonte di speranza (Papa Francesco).

 

26 ottobre 2015

NUOVE ADESIONI ALL’UAC

Col Convegno nazionale del 26 – 28 ottobre 2015 chiudiamo le adesioni UAC del 2015 e apriamo quelle del 2016. I dati registrano un piccolo calo, come risulta dalla tabella allegata, siamo di poco al di sotto della quota di 1.000 adesioni. Invitiamo in particolare i Direttori diocesani a occuparsi delle adesioni del proprio Circolo in modo da mantenere almeno le posizioni. Un impegno particolare sarebbe opportuno con i preti giovani e con i Seminari Maggiori in modo da presentare l’associazione e invitare alla partecipazione. Le quote rimangono invariate: 25,00 adesione UAC, 65,00 adesione UAC + Presbyteri. Buon lavoro!

 

2 ottobre 2015

Convegno nazionale UAC

Il 26 – 27 -28 ottobre 2015 si terrà nella Casa Divin Maestro di Ariccia RM il Convegno nazionale. Gli iscritti all’UAC e i simpattizzanti sono invitati a iscriversi. Inviando lettera a Unione Apostolica del Clero, via T. Valfrè 11 – 00165 ROMA RM o telefonando  o inviando un Fax al nuovo numero 06 39367106.

 

11 settembre 2015

Il Consiglio nazionale UAC è convocato per il

28-29 settembre 2015 nell’Istituto Emiliani – Fognano (RA).

 

 

9 -10 giugno 2015

Consiglio nazionale UAC all’Oasi S. Maria di Cassano Murge (Bari)

14 maggio 2015

“UAC Notizie”

La Direzione di “UAC Notizie” comunica ai lettori che il numero in arrivo della Rivista porta in copertina l’indicazione: 3/4 2015. Si tratta di un refuso. In realtà è il n. 2/2015. Ci scusiamo con i lettori.

6 maggio 2015

RIUNIONE CENTRO STUDI

La prossima riunione del Centro Studi si terrà venerdì 8 maggio 2015 nell’Istituto delle Ancelle del S. Cuore in via XX settembre a Roma.

27 aprile 2015

Riunione di Presidenza

Il 27 aprile 2015 si è riunita la presidenza UAC nella Sede nazionale. Sono stati presi in esame gli ultimi dettagli del prossimo Convegno nazionale che si terrà dal 25 al 28 ottobre 2015 nella Casa del Divin Maestro ad Ariccia (Roma) e la situazione delle adesioni per il 2015 che, pur con un fisiologico calo, sono il segno dell’interesse che l’UAC suscita ancora in tanti presbiteri e diaconi. Vengo confermati i due Corsi di Esercizi Spirituali promossi dall’UAC, uno a Cassano Murge – Bari e un altro alla Domus Laetitiae di Assisi.

 

27 ottobre 2014

CALENDARIO ATTIVITA’ UAC 2015

        Convegno nazionale 2015:

  • 26 – 27 –  28 ottobre 2015

Consigli 2015:

  • 20-21 gennaio 2015 con i Responsabili Regionali a Roma – Ancelle S. Cuore, via XX settembre 65 – ROMA
  • 9-10 giugno 2015  a Cassano – Bari
  • 28-29 settembre 2015 nell’Istituto Emiliani – Fognano (RA)

       Presidenza 2015

  •  27 aprile 2015 in Sede
  • 26 ottobre 2015 mattino nella Sede del Convegno nazionale

 

19 dicembre 2013

2013-12-19 PRESIDENTE MASI CON PERI 2Il nuovo Presidente Mons. Luigi Mansi prende possesso della Sede UAC e riceve le consegne da Mons. Vittorio Peri, ex Presidente. Auguri di buon lavoro a beneficio dell’UAC e di tutto il clero italiano da parte di tutti gli associati e anche della redazione del Sito.

Letture Consigliate

– Lettera del Presidente d. Luigi Mansi ai Direttori diocesani, nella pagine del Presidente

– Il saluto del nuovo presidente UAC d. Luigi Mansi, nella pagina centrale

– La relazione del triennio di d. Vittorio Peri, nella pagina centrale

Il presbiterio di d. Vittorio Peri, in “Riflessioni ed esperienze“.

Vivere insieme: un sogno o un’opportunità di d. Massimo Goni, in “Dialogare per crescere“.

Quanto è buono e dolce che i fratelli vivano insieme di d. Giancarlo Lanforti, in “Dialogare per crescere

Riflessioni ed Esperienze