CENACOLO REGIONALE IN SARDEGNA

I partecipanti al Cenacolo regionale in Sardegna

I partecipanti al Cenacolo regionale in Sardegna

Martedì 24 maggio presso la Parrocchia Sant’Anastasia in Buddusò, nella diocesi di Ozieri, alcuni soci dell’Unione Apostolica del Clero della Sardegna si sono ritrovati per un cenacolo regionale.

Al momento di fraternità e di preghiera erano presenti tre sacerdoti della diocesi di Ozieri, due di Sassari, due di Oristano, uno di Ales-Terralba, un diacono di Tempio-Ampurias e uno di Oristano.

Il tema di riflessione è stato tratto dal comunicato finale della 69° assemblea generale della CEI: il ministro ordinato “facilitatore delle relazioni e della comunione”.

Il momento di preghiera è iniziato con la concelebrazione eucaristica in suffragio dei soci UAC e dei sacerdoti sardi defunti, tra i quali sono stati ricordati in particolar modo don Tonino Carboni, don Pasqualino Pintus, don Nino Onnis, mons. Giovanni Maria Cossu, don Federico Pes, don Renato Iori e don Andrea Olivas.

Dopo la celebrazione si sono tracciate le linee organizzative per le attività sociali della seconda metà del 2016.

Ci si è dati appuntamento all’Ordinazione Presbiterale di don Paolo Baroli, nella Cattedrale di Oristano, domenica 19 giugno alle ore 18.

Sempre a Oristano ci si intende ritrovare, per il prossimo cenacolo regionale, il 13 settembre.

Il 27 ottobre si terrà a San Pietro di Sorres un incontro regionale del clero guidato dal Vescovo di Ozieri, mons. Corrado Melis, sul tema “Il ministero ordinato e l’appartenenza alla Chiesa locale”.

Dal 21 al 23 novembre i delegati diocesani saranno impegnati nella assemblea nazionale elettiva a Sassone (Ciampino).

La giornata si è conclusa con il pranzo gentilmente offerto da don Nino Carta, presidente regionale e parroco di Buddusò.

Nulla è piccolo se fatto con amore…..

Ci complimentiamo per la promozione dell’UAC realizzata e vissuta dalle Regioni. In particolare riconosciamo la fedeltà e la continuità dei Cenacoli regionali in Sardegna.